Pensieri digitali
per Brand di successo
Branding

Una questione di IMMAGINE
Perché alla base di ogni brand identity c’è sempre l’immagine coordinata

Creare una brand identity solida è un compito particolarmente delicato. Partire col piede giusto significa realizzare un’immagine coordinata che sia in grado di raccontare chi siamo e cosa facciamo.

Quante volte abbiamo sentito dire “ho una crisi d’identità”, oppure ancor più plateale “ho bisogno di ritrovare me stesso”. Pensate se a dirvelo fosse proprio il vostro amato Brand che avete curato, cresciuto e coccolato. Il fatto è che, come capita spesso anche ai genitori con i propri figli, non sempre le scelte che si fanno portano ai risultati voluti e sperati. Vediamo perché e come agire affinché il Brand sia sempre più sano e senza crisi di identità!

Immaginate di voler aprire un negozio di prodotti artigianali per la bellezza, in particolare saponi e creme a base di miele. Il vostro budget è basso e quindi per realizzare il logo vi rivolgete a un amico del cugino del vostro vicino di casa. Accetta di prepararvi un bellissimo logo e tutto il materiale che vi serve per l’immagine coordinata, quindi carta intestata, biglietti da visita etc. Decidete anche di fidarvi ciecamente, un po’ perché non ve ne intendete e un po’ perché il tizio vi è comunque stato caldamente consigliato.

Quello che non sapete è che il grafico in questione, o presunto tale, è appena entrato nel suo periodo “fantascientifico”, ogni suo progetto viene quindi realizzato creando immaginifici mondi di altre galassie, robot, umanoidi, chip e ogni altro elemento caratterizzante. Così, mantenendo il suo filone “creativo”, inventa un logo con un’ape robot appoggiata ad un fiore realizzato con circuiti elettronici e led luminosi.

Un po’ scettici decidete di fidarvi, lasciandogli creare anche l’insegna e il mood del negozio, tutto rigorosamente in linea con l’immagine studia appositamente per voi. Il primo giorno di attività iniziano le prime visite, ma vi accorgete che le persone che entrano nel negozio sono disorientate. Iniziate quindi ad accorgervi che le persone entrano perché interessate a prodotti di elettronica, non di certo a creme e saponi al miele.

Diciamo che in questo caso l’errore è lampante, probabilmente sarebbero in pochi a commetterlo, ma non credete che sia una situazione impossibile. Il nostro negoziante avrebbe dovuto rivolgersi a qualcuno in grado di comprendere il bisogno e creare un mondo capace di rispecchiare il settore merceologico.

Potremmo quindi dire che la prima regola nell’ideazione di un’immagine coordinata è essere coerenti. Nella comunicazione, soprattutto per quanto riguarda l’aspetto visivo, ci sono regole molto precise sul tipo di linguaggio da usare. Partendo dalle forme del font utilizzato nel logo, ai colori, allo stile e l’elaborazione grafica, ogni cosa deve parlare del Brand, raccontarne il carattere, la filosofia, la storia e nello stesso tempo deve esprimere chiaramente il settore di appartenenza.

Questa coerenza è indispensabile per rendere più efficiente il processo comunicativo, perché fornisce alle persone a cui ci si rivolge precisi punti di riferimento per il riconoscimento dell’azienda o del marchio, aumentando notevolmente la brand awareness e quindi le possibilità di successo del Brand.

Se non l’avete mai fatto provate a guardare con attenzione i colori e i caratteri usati per prodotti dolciari come biscotti o merendine e poi guardate le scatole dei medicinali. Le differenze saltano all’occhio subito! Nessuno scriverebbe mai “saccottino” utilizzando il font di “aspirina”, perché a livello subliminale non otterrebbe alcun risultato.

Creare un’immagine coordinata perfetta ad ogni modo è solo il primo passo, soprattutto se quello che si vuole ottenere è creare una brand identity forte e riconoscibile in ogni contesto. Questo perché i fattori che definiscono l’identità di un brand sono molteplici, non si fermano soltanto all’immagine. Diventa quindi indispensabile generare una filosofia che sia facilmente fruibile e condivisibile, fatta di suggestioni visive e di parole. Potete approfondire questo argomento leggendo l’articolo: “Che Brand esibizionista”.

Un’azienda deve essere in grado di evocare un immaginario, fatto di simboli e valori che la rende identificabile da parte dei propri clienti, che a loro volta ne determineranno la reputazione. Ogni azienda deve essere in grado di posizionarsi sul mercato cercando di differenziarsi dalla concorrenza, creando uno stile e un’identità propria. In questo modo ogni attività di comunicazione verrà immediatamente decodificata e metabolizzata, andando ad aumentare la riconoscibilità.

Partendo da questi presupposti possiamo quindi affermare che non solo l’immagine coordinata deve parlare un determinato linguaggio, ma anche ogni elemento del mondo digital e della comunicazione in generale, partendo dal sito web, dall’e-commerce, lo sviluppo di app o più semplicemente supporti cartacei di vendita o istituzionali. Ogni singolo elemento deve essere il completamento di ogni altro, un filo conduttore fatto di colori, parole ed emozioni.

Per ottenere questi risultati occorrono molti studi e delineare una buona strategia di comunicazione, a tal proposito potete leggere anche: “Il successo del brand? Una questione di strategia”, ma più di ogni altra cosa vi consigliamo di affidarvi a mani esperte, soprattutto se state per intraprendere questo cammino senza esperienza.

20 Luglio 2015
BITDESIGN TEAM
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia
Tag Cloud:
').load("https://www.bitdesign.it/wp-content/themes/bitdesign/include/project.php", {'id_post': content}); }