Pensieri digitali
per Brand di successo
Marketing & Social

A proposito di YOUTUBE
Il social network per Brand in continuo movimento

Si pensa a YouTube come ad un grande contenitore di video, eppure ha un ruolo importante anche come social network ed è il secondo motore di ricerca più usato dopo Google. In un mondo dove interazione e video viaggiano pari passo, capiamo insieme come sfruttare questo mezzo anche per il vostro Brand.

Prima di entrare nel vivo di questo tema ricco di spunti, vogliamo stupirvi e impressionarvi con i numeri, perché quando si parla di un fenomeno di tale portata è giusto avere le idee chiare sulle potenzialità del mezzo. Quindi preparatevi a sgranare gli occhi e fare profonde riflessioni!

Tutti conosciamo YouTube, un luogo a volte ludico a cui connettersi quando si vuole guardare l’ultimo video del cantante preferito o perché qualcuno ci ha mandato un link divertente sul nostro smartphone. Quello che sicuramente farete più fatica ad immaginare è quante volte questo gesto si ripeta contemporaneamente al vostro, continuando costantemente ogni minuto, ogni ora, ogni giorno!

Il risultato? Il numero di ore trascorse a guardare video su YouTube aumenta del 60% su base annua. Esistono versioni locali di YouTube in più di 70 paesi, con 76 lingue differenti e una copertura della popolazione internet del 95% (fonte: YouTube). Vi abbiamo lasciato a bocca aperta? Speriamo di sì, perché la questione adesso è capire in che modo recuperare il tempo perduto che non avete sfruttato per inserire il vostro Brand in questa macchina delle meraviglie.

Ok, stiamo volutamente cercando di seminare il panico, nulla è grave e tutto si risolve, ma per farlo occorre avere le idee ben chiare. Sebbene la presenza di un Brand su YouTube sia ormai indispensabile, è ancor più importante cercare il modo corretto per farlo. Abbiamo già parlato abbondantemente del potere che hanno i video, e se volete potete rinfrescarvi la memoria leggendo questo interessante articolo: “Il VIDEO no, non l’avevo considerato!”, quindi non affronteremo nuovamente l’argomento. Quello di cui invece vorremmo parlare è quali sono le tendenze del momento e il giusto modo per approcciarvi a questo canale di comunicazione.

A tutti gli effetti si tratta di un social network, che permette condivisioni, commenti, mi piace, non mi piace e la creazione di un proprio canale per raccontarsi al mondo. Quindi è giusto trattarlo come un social che sfrutta le potenzialità del video per comunicare, ma d’altro canto va considerato anche come un motore di ricerca e ancora come un servizio di server streaming da sfruttare anche per il proprio sito e che permette di mostrare video anche su dispositivi mobili.

Ci sono molti studi che sostengono che l’immediato futuro del web sarà dominato dai video, e vista la crescita esponenziale degli utlimi anni probabilmente è vero. Seguendo corsi e ricorsi storici, vi basterà pensare all’avvento della TV, o del Cinema, tutte invenzioni che hanno portato a rivoluzioni culturali importanti. È naturale quindi immaginare che ci si stia preparando ad un nuovo web dove i video avranno un ruolo sempre più preponderante, grazie anche a connettività sempre più performanti e standard di fruizione video sempre più diffusi (HTML5, formati).

Pensate a SnapChat, l’app che permette di scambiarsi video che dopo poco si autoeliminano (restate in contatto perché prossimamente ne parleremo approfonditamente), oppure a canali di streaming TV come Netflix. O ancora, pensate al vostro SmartTV, vi sarà sicuramente capitato di guardare video su YouTube direttamente dal divano di casa. Ogni cosa intorno a noi ci suggerisce che il futuro in effetti sta andando verso questa direzione.

Venendo al sodo, cosa fare per portare il Brand ad avere riscontri importanti su YouTube? La giusta alchimia per un successo garantito non è facile da scovare e va sperimentata e testata sul campo. Tuttavia il primo passo certo è chiarirsi le idee, chiedendosi cosa si vuole ottenere e soprattutto in che modo. Pensare e ragionare all’interno di una strategia complessiva è sempre il fondamento per raggiungere risultati importanti. Non ci stancheremo mai di ripeterlo perchè troppo spesso si affrontano i progetti senza un pensiero, andando di impulso e partendo dallo strumento stesso invece che dal perchè quello strumento può essere utile ai nostri scopi. Successivamente, vi serve un piano editoriale calendarizzato ben preciso, perché la costanza, la coerenza e la qualità dei contenuti che proponete è il nodo cruciale, il bivio che determina il successo o l’insuccesso del vostro canale. Qui potete trovate altri spunti interessanti sull’argomento: “Contenuti di qualità. Perché la bellezza non è tutto”.

Proviamo a capire cosa si intende per piano editoriale. Prendiamo ad esempio un barista che ha fatto un corso di Latte Art e realizza cappuccini talmente belli da avere ormai la coda fuori dalla porta per riuscire a vederne realizzare uno. Un giorno il proprietario decide di creare un canale su YouTube del proprio bar e si ripromette di inserire tutti i giorni un video nuovo sulle performance del suo barista accompagnate da mini video/testimonianze di clienti esterrefatti. In breve tempo il suo bar diventa fra i più famosi, grazie ad una condivisione virale dei video caricati.

In questo caso, molto semplice, il proprietario ha sfruttato una peculiarità a proprio vantaggio, ma non sempre si ha a disposizione un prodigio da mostrare, eppure è indispensabile emergere. Pensate bene all’argomento da trattare, cercate di distinguervi il più possibile coinvolgendo il pubblico, emozionandolo e divertendolo, a volte anche commuovendolo. Tuttavia in alcuni casi la cosa migliore può essere semplicemente quella di offrire un servizio concreto, come ad esempio video tutorial o video informativi di approfondimento. In altre situazioni il tema può essere più ludico e pensato per l’intrattenimento. L’importante è mantenere una coerenza con i valori e la personalità espressa dal proprio Brand.

Ci sono alcune regole importanti nella creazione dei video per ottenere una buona visibilità e una buona viralità, che conviene sempre seguire. Iniziare col piede giusto vi aiuterà considerevolmente.

Ad esempio, ricordatevi che nei primi 5 secondi, vi giocate tutto, l’attenzione si crea nell’immediato, quindi è il caso di dire che il vostro video deve iniziare col botto, e poi tenere il ritmo per altri 2-3 minuti, perché la regola dello spot 30 secondi, sul web non vale! Non sottovalutate la storia che creerete, deve coinvolgere. Parlate del Brand nel modo più discreto possibile, evitando di farlo comparire in modo pretestuoso o fuori luogo. In generale fate vivere al pubblico emozioni vere, e cercate quanto più possibile di suscitare interesse nei blogger, influencer e tutti coloro che possono diventare testimonial nel diffondere i vostri contenuti video.

YouTube è un mezzo veramente importante per il vostro Brand, spesso non considerato, si pensa che sia uno strumento poco interessante, forse più idoneo ad aziende giovani. Eppure le potenzialità sono davvero molte. Trovate la vostra idea o rivolgetevi a chi lo fa per professione, ma non sottovalutatene le possibilità. Siate aperti di vedute e soprattutto siate pronti ad una sfida costante e continua, i risultati non tarderanno ad arrivare.

13 Febbraio 2016
BITDESIGN TEAM
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia
Tag Cloud:
').load("https://www.bitdesign.it/wp-content/themes/bitdesign/include/project.php", {'id_post': content}); }