Pensieri digitali
per Brand di successo
Marketing & Social

SMS MARKETING: il ritorno dei dinosauri nell’era digitale
160 caratteri per Brand dal sicuro successo

L’ SMS marketing è uno degli strumenti di marketing più efficaci da utilizzare per aumentare la notorietà del Brand. I numeri lo dimostrano: secondo studi di settore, oggi, il 95% degli Italiani possiede un cellulare o uno smartphone. La nostra personale esperienza, poi, lo conferma: alzi la mano chi può giurare di non aver mai letto un SMS ricevuto da un qualche Brand? Nessun alzata di mano vero? Ecco perchè in questo articolo parliamo di SMS marketing e di come scrivere SMS efficaci.

Siamo tutti consapevoli del bombardamento mediatico cui siamo sottoposti ogni giorno. In una società ultracomunicante siamo come antenne, sempre pronti a ricevere messaggi. Non possiamo farne a meno.

Eppure non tutti i messaggi riescono a catturare la nostra attenzione: lo speaker della radio che parla a vuoto, il messaggio nella casella di posta che a volte finisce direttamente nel cestino, il post su Facebook che facciamo scorrere… Serve qualcosa di “nuovo” che ci avvinca. Qualcosa che sia nuovo ma non troppo. Qualcosa che sia familiare.

Stiamo parlando dei “classici SMS”, messaggi di 160 caratteri che ebbero il picco di diffusione alla fine degli anni ’90 e che oggi, con l’arrivo di WhatsApp, sembrano essere passati in secondo piano… O quasi! Se da una parte, infatti, gli utenti preferiscono scambiarsi messaggi tramite le nuove applicazioni di messaggistica istantanea (in primis WhatsApp, seguito a ruota da Viber e We Chat), dall’altra l’SMS è tornato ad essere una novità, ad emanare fascino e ad essere terribilmente irresistibile: un po’ perchè non tutte le persone hanno uno smartphone, un po’ perchè l’SMS arriva sempre, anche a chi non ha installato alcuna App specifica o ha finito il credito, rimanendo senza la connessione dati. Questi ed altri motivi hanno fatto degli SMS uno dei più potenti strumenti di marketing. 

Volete un po’ di numeri?

  • 30 miliardi i messaggi che, in un giorno, vengono inviati con WhatsApp. Gli sms sono “solo” 20 miliardi (Fonte: Itespresso);
  • ogni giorno, il 95% degli Italiani ha tra le mani (almeno) un telefonino, sia esso uno smartphone o un cellulare vecchio stile;
  • Il 98% dei messaggi, ricevuti su cellulare, viene letto. 

Lo sappiamo! State già pensando a come inserire gli SMS nella vostra prossima campagna marketing! Aguzzate, quindi, la vista e leggete attentamente tutti i nostri consigli!

Prima di tutto definite un obiettivo. Un sms può raggiungere diversi scopi oltre, naturalmente, quello di far conoscere e apprezzare il Brand. Tra questi:

  • incrementare le vendite attraverso l’invio di promozioni e codici sconto;
  • fidelizzare i Clienti o riagganciare quelli inattivi con comunicazioni personalizzate, sconti esclusivi, concorsi a premi e inviti ad eventi;
  • fare attività di upselling proponendo prodotti o servizi collaterali a quelli già acquistati.

Identificate il target per adattare tono e contenuto del messaggio. Per esempio un cake designer che volesse incrementare le vendite delle torte decorate con Puffi e pupazzetti, cercherà nella sua agenda i numeri di telefono di tutte quelle mamme, papà o nonni che sono stati nel suo negozio con dei bambini. Userà un tono amichevole e sceglierà non solo termini semplici e comprensibili per quella tipologia di Clienti ma, probabilmente, non mancherà di usare vocaboli come “puffoso” o altri legati al mondo dei cartoni e dei fumetti. Costruire ed avere una lista di leads da cui attingere è quindi fondamentale. Leggete a tal proposito l’articolo:”Generare lead e vivere felici e contenti

Ricordate di inserire, in tutti i messaggi che invierete, i 2 elementi chiave dell’SMS marketing :

  • l’identificazione chiara di chi invia il messaggio;
  • una call to action semplice ed immediata.

I destinatari non devono avere dubbi su chi ha inviato loro il messaggio. Per l’invio dei vostri SMS, utilizzate piattaforme apposite, come il modulo aggiuntivo di BITMAIL. In questo modo, chiunque riceverà il vostro messaggio, leggerà come mittente il nome del vostro Brand e non avrete intaccato i preziosi 160 caratteri disponibili per il testo.

E’ sempre bene inserire la call to action alla fine dell’SMS, così che rimanga più impressa. Evitate di essere prolissi! Parola d’ordine: sintesi! Nelle call to action brevità e semplicità sono le uniche cose che contano.

Individuate il momento giusto per inviare il messaggio: tenete conto delle abitudini dei consumatori, della stagionalità e di tutto quanto si può legare al fattore “tempo” o rischierete di ritrovarvi a inviare offerte su pandori e panettoni nel giorno di ferragosto!

Il nostro cake designer, invece, dovrebbe decidere di svendere i tronchetti di Natale, la mattina del 31 Dicembre, quando molti dei i suoi Clienti potrebbero essere alla ricerca di un dessert per il cenone di Capodanno. Ecco l’SMS che dovrebbe inviare ai suoi Clienti :

Mittente: CAKE LAB

Data: 29 Dicembre, ore 15.30.

DOLCE ULTIMO DELL’ANNO. Solo per domani tronchetti di Natale al 50%. Prenota subito il dessert per il tuo cenone! Chiama il 12345678.

L’SMS fa parte di una più ampia strategia di mobile marketing, oggi inevitabilmente indirizzata a smartphone e tablet: in tale strategia, quindi, non può mancare lo sviluppo di un App che, grazie ad un sistema di notifiche, metta in comunicazione diretta il Brand con i suoi Clienti, proprio come avevamo già scritto nell’articolo “UN APP ALLUNGA LA VITA…DEL VOSTRO BRAND!”. In questo caso, l’SMS può anche essere utilizzato per:

  • promuovere un app affinchè più persone la scarichino;
  • comunicare cambi di programma improvvisi. Chi organizza eventi lo sa: l’imprevisto è dietro l’angolo. L’sms è il modo migliore per avvisare tutti i partecipanti velocemente ed avere la certezza che il messaggio giunga a destinazione;
  • ricevere conferme di pagamenti o aggiornamenti sullo stato dei propri ordini. E’ il caso del messaggio che la banca invia in automatico, a chi ne ha fatto richiesta, ogni qualvolta venga fatto un prelievo a uno sportello bancomat o un pagamento con la carta. Oppure l’sms che, a seguito di un acquisto on line, riceviamo dal corriere con il link di tracciabilità del pacco;
  • inviare dei promemoria di appuntamenti. Proprio come Regione Lombardia invia SMS di reminder dopo aver prenotato visite o esami nei pubblici ospedali, qualsiasi professionista, grazie ad un semplice SMS, può ricordare gli appuntamenti ai propri Clienti, trasmettendo al contempo un senso di grande efficienza;
  • trasmettere pillole di saggezza settimanali come piccoli “trucchi del mestiere”, citazioni o altro che serva a rafforzare la Brand identity, creare fidelizzazione e rendere più efficaci gli sms promozionali;
  • riservare offerte esclusive e di breve durata che facciano sentire il Cliente un po’ speciale. E’ il caso degli SMS che riceviamo qualche giorno prima del nostro compleanno, quelli del tipo “Buon compleanno da CAKE LAB! Solo per te sconto del 20% sulle torte di cake design, fino al 29/05/2016. Prenota subito la tua torta al numero 12345678”.

Ora che vi abbiamo svelato tutti i segreti dell’SMS marketing siete pronti per partire! Cellulari alla mano e…

Beep! Beep! Hai 1 nuovo messaggio!

26 maggio 2016
BITDESIGN TEAM
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia
Tag Cloud: