Pensieri digitali
per Brand di successo
Content

Quando il PODCAST diventa portavoce del BRAND

I Podcast sono stati sottovalutati per molto tempo, fino a rischiare di scomparire. Eppure di recente, grazie ad un nuovo modo di fruirne, stanno vivendo una nuova giovinezza, offrendo grandi prospettive per creare engagement e rendere il Brand una voce autorevole del settore.

Anche se la maggior parte di voi ha sicuramente un’idea precisa di cosa sia un Podcast, preferiamo partire con una definizione chiara di questo sottovalutato tipo di contenuto:

 “Il Podcast è un file audio (i più diffusi) o video fruibile in qualsiasi momento, grazie al download in mp3 o altri formati specifici, e salvato nella memoria di un dispositivo per la riproduzione.”

Ora che avete una definizione definitiva del Podcast possiamo iniziare a parlarne per capire quali vantaggi può offrire al vostro Brand.

Il Podcast trova le sue origini nei primi anni 2000, quando l’uso dei feed RSS divenne popolare per lo scambio di registrazioni audio su computer, lettori mp3 e telefoni cellulari.

Tra i pionieri del Podcast possiamo citare Adam Curry, un VJ di MTV negli Stati Uniti, che fu uno dei primi ad avere un sito personale di podcasting con le registrazioni dei suoi programmi.

Come probabilmente saprete, i Podcast hanno avuto alcuni picchi di successo, soprattutto nell’ambiente radiofonico, perché permettevano (e lo fanno tuttora), di ascoltare i programmi in qualsiasi momento, scaricandone i file su un dispositivo. Con l’avvento di altri sistemi come ad esempio lo streaming, il Podcast è stato messo da parte per lasciare spazio a nuove e più evolute tecnologie. Sembrava una selezione naturale, vista la facilità di fruizione dei contenuti online e in effetti, per quanto riguarda i video e l’avvento di YouTube i Podcast non reggono il confronto ma per quanto riguarda l’audio, negli ultimi anni si è notata una certa ripresa. Pensate che in America si è passati da un 9% di fruitori nel 2008 ad un importante 15% di utilizzatori nel 2014, l’equivalente di circa 39 milioni di utenti. Non male per un vecchietto arzillo come il Podcast, non credete?

Ora che abbiamo inquadrato quale sia la situazione del Podcast nel panorama dei media, cerchiamo di capire come potrebbe essere utile al vostro Brand. Saltiamo a piè pari la parte sulla creazione dei Podcast, che, pur non essendo di poco conto, in questa fase preferiamo tralasciare. La cosa che veramente ci preme farvi capire è quello che potreste ottenere, creando Podcast per incentivare il vostro business.

Chi di voi ha già un blog, saprà perfettamente quanto sia importante fornire contenuti costantemente aggiornati e autorevoli. Per un veloce ripasso leggete anche: “Incontriamoci nel BLOG”. Però quello che forse non sapete ancora è che potreste abbinare agli articoli anche dei Podcast di approfondimento oppure, più semplicemente la versione audio dell’articolo stesso: in questo modo, oltre ad arricchire il vostro blog con approfondimenti ed aggiornamenti, potreste diversificare i contenuti rendendoli più facilmente fruibili in modalità diverse.

Pensate alla frenesia della vita in questi anni, alle corse per arrivare a un appuntamento o per prendere un mezzo in partenza. In uno scenario di questo tipo il poter ottimizzare il proprio tempo, sfruttando magari i dispositivi mobile diventa essenziale. Considerate che la maggior parte dei Podcast vengono ascoltati proprio attraverso smartphone e tablet mentre si è in viaggio.

Immaginate di poter usare la vostra voce per comunicare informazioni di forte interesse per il vostro settore; la differenza di attenzionalità fra un testo scritto e una voce narrante può concretamente fare la differenza, regalandovi quell’autorevolezza che altri non potrebbero raggiungere. Ascoltando la vostra voce, nell’utente si infonde un senso di fiducia, che aiuta a posizionare al meglio il vostro Brand nella mente di chi vi ascolta!

Il Podcast è un perfetto strumento per creare engagement perché l’uso della voce aumenta il coinvolgimento e vi rende più familiare all’utente. Un po’ come quando si ascolta uno speaker radiofonico per lungo tempo. Impariamo a riconoscerne il modo di parlare e il tipo di ironia, fino a considerarlo quasi come uno di famiglia.

Tra gli aspetti più interessanti del Podcast c’è sicuramente quello di creare contenuti di qualità. Questo argomento potete approfondirlo leggendo l’articolo: “Contenuti di qualità. Perché la bellezza non è tutto”. Offrire informazioni importanti, come interviste a professionisti o seminari su argomenti di forte interesse, vi permetterà di fornire ai vostri clienti attuali o futuri, un servizio fruibile in qualsiasi momento. Tenendo sempre presente il discorso del tempo a disposizione delle persone, questo risulta essere forse uno dei vantaggi maggiori.

Il rinnovato successo dei Podcast è dovuto anche all’attualizzazione della fruizione (grazie in particolare all’avvento degli smartphone) e della diffusione (iTunes ad esempio è un canale molto interessante in tal senso). La maggior parte delle piattaforme di distribuzione inoltre, permettono di creare anche interazioni con i social network come Facebook. Il Podcast diventa quindi uno strumento per ottenere nuovi follower, condividere informazioni e creare canali tematici suddivisi per argomento. Ad esempio il nostro cake designer potrebbe avere un’area in cui parla della ricerca del design, una in cui offre consigli pratici su come modellare la pasta di zucchero e via dicendo.

Prima di creare dei Podcast, ricordate che vale sempre la stessa regola: è necessario sapere quello che si vuole fare e cosa si vuole ottenere. Pianificate una strategia efficace, ragionando attentamente sui contenuti e, se possibile, usate la vostra voce, facendo attenzione al tono di voce; dovete intrattenere, non annoiare. Fate le giuste pause e mantenete un ritmo costante.

Ricordate infine che la capacità di integrare più contenuti e mezzi di comunicazione inciderà favorevolmente sulla conoscenza di marca e sulla web reputation, dimostrando la versatilità del vostro Brand rispetto alla concorrenza.

02 aprile 2016
BITDESIGN TEAM
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia
Tag Cloud: