Pensieri digitali
per Brand di successo
Content
Content

Contenuti di qualità. Perché la bellezza non è tutto

Troppo spesso ci si concentra esclusivamente sul “contenitore” perdendo di vista l’importanza e la qualità del “contenuto”. Eppure un’attenta cura dei propri contenuti può aumentare la percezione del vostro Brand.

Chi di voi non si è trovato a dire: “sarà anche un gran bel tipo, ma quando apre bocca…”. Sembra una frase scontata da dire al bar con gli amici, in palestra, dal parrucchiere. Se invece fosse riferito al vostro brand, come vi sentireste?

Spesso ci si concentra sulla propria immagine esteriore, sull’impatto puramente visivo, la scelta del colore istituzionale e il logo. Probabilmente per ottenere questa immagine perfetta ci si affida alle migliori agenzie di comunicazione ed ai più bravi designer in circolazione, ritenendo giustamente che l’idea che si dà di sé dipende al 99% dall’aspetto estetico. Questo è vero per quello che viene definito “colpo d’occhio”, ovvero il primo impatto. In fondo è quello che capita anche agli esseri umani, spesso si resta incantati da una persona prima ancora di conoscerla, perché alcuni dettagli della sua fisionomia ci colpiscono profondamente. Il passaggio successivo però è quello più importante, ovvero l’interazione. Se viene a mancare l’empatia, il gioco si chiude subito, l’interesse cala e si passa ad altro.

I contenuti del vostro sito, e non solo, avranno il compito di mantenere alto l’interesse dell’utente. Troppo spesso però si ritiene di poter fare a meno di specialisti per ottenere comunque dei risultati, pensando che basta scrivere qualche riga sull’azienda, qualcuna sul prodotto ed il gioco è fatto. Purtroppo però le cose non sono così semplici, e le conseguenze del “fai da te”, in genere si vedono, soprattutto sul rendimento del proprio business.

Partiamo con un dato semplice ma che può farvi riflettere: l’80% delle nostre decisioni sono determinate da emozioni e motivazioni inconsce. Come potremmo tradurre questo dato? Vedete, spesso non ci si pone il problema di quali reazioni possa avere l’utente consultando un contenuto. Troppo spesso si usano immagini di bassa qualità e testi poco coinvolgenti, il risultato è una scarsa attenzione alle persone e delle persone. Catturare l’interesse suscitando emozioni permette di creare un dialogo e di garantire un sicuro ritorno dell’utente.

Proviamo ora ad analizzare la questione da un altro punto di vista, ovvero quello spinoso dell’indicizzazione e del posizionamento sui motori di ricerca. Un tempo bastava inserire qualche parola chiave qua e là nel testo per essere trovati facilmente. Ma negli ultimi anni le regole per fortuna sono cambiate e oggi Google tende a premiare i contenuti di qualità, non a caso l’uso di articoli e blog all’interno del proprio sito aumentano l’indicizzazione del 434%, generando il 97% di link in più.

Addentrandoci un po’ di più in questo discorso potremmo dire che l’aspetto sociale è tutto. Ovvero, i contenuti di qualità possono suscitare interesse, e quindi essere commentati, essere condivisi attraverso link in vari forum e diventare voci autorevoli da seguire e citare. In pratica, avere contenuti di tutto rispetto diventa la miglior scelta strategica per il proprio brand, perché aiuta ad aumentare la notorietà di marca e la percezione che si ha della stessa. Un buon contenuto può dar vita a discussioni e interesse da parte di intere comunità, o generarne di nuove. Ottenere un buon numero di back-link è essenziale per aumentare la propria posizione nei motori di ricerca.

Sebbene quando parliamo di contenuti il primo pensiero vada alla parte testuale, ci sono altri contenuti di cui tenere conto. Spesso per esempio si pensa che una foto acquistata da banche immagini sia sufficientemente esplicativa, ma non si tiene conto che la maggior parte delle volte si tratta di foto sicuramente belle ma asettiche e poco personali, che non quindi hanno un’attinenza specifica col proprio Brand. Il risultato è una serie di contenuti cloni, senza un carattere distintivo. Per questi motivi è bene che anche le immagini, le illustrazioni, l’audio, i videotrasmettano delle emozioni sincere, parlando direttamente alle persone, raccontandogli la storia del Brand e quello che rappresenta. Come già detto precedentemente l’emozione è parte integrante del contenuto e non può essere trascurata, anzi va stimolata perchè guida le nostre scelte.

Un buon equilibrio fra testi, immagini e video è fondamentale. Prendete per esempio un sito e-commerce che basa l’acquisto sulla qualità dell’immagine e sulla descrizione del prodotto. Oppure pensate all’importanza dei testi nei magazine online, nei quotidiani e testate editoriali in genere, se non fossero di qualità non esisterebbe possibilità di business. Ogni attività ha diverse regole e deve essere perfettamente calibrata.

Per ottenere risultati apprezzabili occorre tempo e una buona dose di fatica, non basta cercare “in giro” e poi provare a fare uguale. Anche perché ognuno è un caso unico e come tale deve essere trattato.

26 marzo 2015
BITDESIGN TEAM
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia
Tag Cloud: